giovedì, Dicembre 8

In Bulgaria arriva l’Euro dal 1 Gennaio 2024

“La Bulgaria adotterà l’euro il 1° gennaio 2024, come deciso dal precedente governo”. Lo hanno annunciato il vice primo ministro e ministro delle finanze Asen Vassilev e il ministro dell’Innovazione Daniel Lorer. Il piano per l’adozione dell’euro rimane lo stesso annunciato dalla Banca nazionale bulgara e dal ministero delle Finanze nel giugno dello scorso anno. Prevede l’adozione dell’euro immediatamente senza un periodo di transizione.

“Ci sono due o tre scadenze in questo piano, ma nient’altro è stato cambiato in questo piano dal 30 giugno dello scorso anno. Assolutamente tutti i cittadini, non solo i parlamentari, hanno avuto quasi un anno per familiarizzare con questo piano”, ha affermato Asen Vassilev.

Rimane la data più importante del piano, ovvero l’ingresso della Bulgaria nell’Eurozona.

“In generale, il nostro messaggio politico è che la data del 1 gennaio 2024 è sostenuta da tutti, la parte tecnica è curata sia dal Ministero delle Finanze che da tutti gli interessati. Perché il processo stesso riguarda tutti coloro che fanno acquisti, ma per lo stato stesso è un processo molto importante”, ha affermato Daniel Lorer.

Ha dichiarato il primo ministro Kiril Petkov in un’intervista a Bloomberg. “Vengo dal mondo degli affari e comprendo appieno i vantaggi della zona euro. […] La Bulgaria è pienamente impegnata a compiere questo passo. Ciò che deve essere fatto e ciò che il ministro delle finanze ha affermato molto chiaramente è che non si può fare a meno dell’euro. Dobbiamo preparare una grande campagna informativa, per non creare lo stesso problema che vediamo attualmente con i vaccini. Quando non viene comunicato bene e viene forzato o spinto alla popolazione, c’è il rischio di politiche turbolenze che non dovrebbero esserci”, ha detto Petkov.

 “Quando faremo la transizione, dobbiamo renderlo il più agevole possibile”, ha detto Petkov. Ha anche affermato che parte del suo lavoro presso la Harvard Business School ha comportato l’effetto sui prezzi dell’adozione dell’euro, ed era chiaro che non vi è alcuna inflazione reale creata da esso, circa lo 0,3 per cento, principalmente causata dall’arrotondamento per eccesso di prezzi.

Cosa comporta per questo per gli imprenditori italiani? Secondo i consulenti di VR and Partners ci saranno solo vantaggi per chi deciderà in futuro di aprire una società in Bulgaria. Sì perché potrà contare sulla maggior solidità che deriva dall’investire in una nazione in cui la moneta ufficiale è in assoluto quella più apprezzata, al momento, in tutto il mondo. Più del dollaro americano o della valuta cinese. “Avendo inoltre la stessa moneta”, continuano gli esperti di VR and Partners, “vengono inoltre semplificati tutti i flussi di denaro tra Bulgaria e Italia, e si evitano le normali svalutazioni a cui si va incontro ogni volta che, in un passaggio di denaro, si passa da una valuta ad un’altra.