giovedì, Dicembre 8

servizi

Home, news, servizi

La Bulgaria adotterà l’euro?

Bulgaria ed euro, arriva o non arriva? Se siete tra gli italiani che stanno programmando di costituire una società in Bulgaria è molto probabile che questo rappresenti uno dei dubbi principali in vista di tale investimento. Per rispondere a questa domanda proviamo innanzitutto a mettere dei punti fermi che possono aiutarci a capire. Innanzitutto bisogna dire che pur non utilizzando l’euro la Bulgaria è in realtà nell’area euro dal lontano 1997 con l’introduzione del Corruncy Board. Cosa significa? Significa che pur non utilizzando in linea pratica la moneta unica europea la Bulgaria ha via via adattato i suoi standard di gestione economica ed amministrativa a quelli di tutta l’area euro ottenendo cosi grande stabilità monetaria, bilanci nazionali più regolari e minori processi infla...
servizi

Aprire una società in Bulgaria. I numeri

Un nuovo studio di Paymentsense ha svelato i migliori paesi in Europa per un'impresa startup, analizzando i seguenti dati: Numero di nuove imprese nel periodo 2015-2019Il tipo più popolare di attività di avvioLa città con il maggior numero di nuove start-upPercentuale di startup localizzate nella città più popolare per le impreseTasso di sopravvivenza aziendale a cinque anni in ogni paese. La Bulgaria è il 15° paese più popolare in Europa per le imprese in fase di avvio. Sofia in Bulgaria si è classificata come la 15a città più popolare in Europa per creare un'impresa di avvio: c’è quindi un grande focus da parte di chi investe a costituire società in Bulgaria. In questa città sono state complessivamente 205.253 le imprese startup dal 2015 al 2019, con un gran numero di startup nel ...
servizi

Export Bulgaro extra UE +27% a inizio 2022

Nei primi quattro mesi del 2022, le esportazioni della Bulgaria al di fuori dell'Unione Europea sono aumentate del 27,5% rispetto allo stesso periodo del 2021 e sono state pari a 9,224 miliardi di BGN. I principali partner commerciali della Bulgaria sono Turchia, Serbia, USA, Macedonia del Nord, Regno Unito, Cina ed Egitto, che rappresentano il 52,6% delle esportazioni verso paesi terzi. Come previsto, parte della crescita è dovuta all'aumento dei prezzi alla produzione a causa dell'inflazione . La crescita dell’export non è tanto nella quantità quanto invece determinata dall’aumento dei costi di produzione industriale, saliti in un anno del 40%. I costi sono saliti in forma maggiore ei settori "Combustibili minerali, oli e prodotti affini" (198,3%) e  per quello che riguarda "Gra...
servizi

In Bulgaria arriva l’Euro dal 1 Gennaio 2024

“La Bulgaria adotterà l'euro il 1° gennaio 2024, come deciso dal precedente governo". Lo hanno annunciato il vice primo ministro e ministro delle finanze Asen Vassilev e il ministro dell'Innovazione Daniel Lorer. Il piano per l'adozione dell'euro rimane lo stesso annunciato dalla Banca nazionale bulgara e dal ministero delle Finanze nel giugno dello scorso anno. Prevede l'adozione dell'euro immediatamente senza un periodo di transizione. "Ci sono due o tre scadenze in questo piano, ma nient'altro è stato cambiato in questo piano dal 30 giugno dello scorso anno. Assolutamente tutti i cittadini, non solo i parlamentari, hanno avuto quasi un anno per familiarizzare con questo piano", ha affermato Asen Vassilev. Rimane la data più importante del piano, ovvero l'ingresso della Bulgaria n...
servizi

Nonostante la guerra è boom industriale in Bulgaria

Secondo gli ultimi dati Eurostat, la produzione industriale nell'Eurozona e in tutta l'UE ha subito una forte contrazione a marzo a causa degli effetti negativi della guerra in Ucraina. In Bulgaria, invece, la produzione di marzo ha segnato un rimbalzo in positivo. Si tratta dei primi dati di produzione che riflettono i reali effetti negativi dell'invasione militare russa dell'Ucraina insieme, particolare non trascurabile, con l'impatto delle sanzioni occidentali su Mosca. La produzione industriale dell'UE è scesa dell'1,2% a marzo da un aumento dello 0,6% a febbraio. La produzione di beni capitali nell'UE e nell'area dell'euro è diminuita rispettivamente del 2,6% e del 2,7% . La produzione dei beni di consumo non durevoli è calata rispettivamente dell'1% e del 2,3%. La produzione d...