giovedì, Ottobre 6

Le tasse in Bulgaria

Il sistema fiscale bulgaro è quello che si definirebbe un sistema di gestione delle tasse a “Misura d’uomo”. Chi infatti decide di trasferirsi qui, o comunque di trasferire in Bulgaria il proprio business, ha la certezza di poter prevedere in maniera semplice, solida e duratura quale sarà il carico fiscale a cui lui e la sua impresa saranno sottoposti.

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono i quattro principali sistemi di raccolta delle tasse in Bulgaria e lo facciamo avvalendoci del supporto degli esperti di VR and Partners, società di consulenza aziendale operante a Sofia.

Imposte sulle persone fisiche in Bulgaria

È quello che in Italia viene conosciuto come IRPEF, ovvero il carico di tasse che ogni singolo cittadino è tenuto a pagare personalmente sulla base del reddito prodotto.

Ebbene le differenze tra Italia e Bulgaria, già rispetto a questo primo punto, sono evidenti. In Bulgaria infatti, a differenza del Bel Paese, non esiste quella che si chiama la tassazione progressiva, ovvero l’aumento della percentuale di Imponibile fiscale all’aumentare del reddito annuo. In Bulgaria sia che guadagnate in una anno 1000 euro o 1 miliardo di euro, la vostra imposta sarà sempre del 10%. L’imponibile sulla cui base viene calcolata la tassazione si ottiene dal reddito annuo decurtato delle spese sanitarie e di altre voci secondarie.

Se avete assunto la residenza bulgara, punto molto importante, dovrete pagare in Bulgaria solo le tasse relativi ai redditi prodotti in questa nazione; se li avrete prodotti all’estero, anche in Paesi extra UE, non sarete tenuti a pagare un solo euro di tasse in Bulgaria. Questo principio vale sia per le persone fisiche, sia per le persone giuridiche di cui ci occuperemo nel prossimo punto.

Imposte sulle persone giuridiche in Bulgaria

Anche le persone giuridiche, ovvero società, associazioni, aziende etc godono di un regime fiscale agevolato fisso al 10% a prescindere dal reddito anno prodotto. La base imponibile si calcola a partire dai ricavi a cui si sottraggono i costi operativi secondo percentuali di deducibilità variabili: ad esempio gli immobili hanno costi deducibili al 30% mentre computer ed altri hardware sono deducibili al 50%.

IVA in Bulgaria

L’Iva in Bulgaria si muove all’interno di una forchetta variabile. Che va da un massimo del 22% ad un minimo del 9% che, per esempio, viene applicata ad alcuni settori che si vuole promuovere, come quello del turismo.  L’iva sui costi è deducibile dall’iva generata dai profitti secondo percentuali variabili: ad esempio l’iva sull’acquisto dei veicoli societari è deducibile al 100% dall’iva relativa ai ricavi aziendali.

Tasse sugli immobili

Se acquistate un immobile in Bulgaria pagherete annualmente un costo che varia tra lo 0.15 e lo 0.3% sul valore dello stesso immobile, a seconda delle sue caratteristiche e dell’ubicazione. Interessante anche il fronte affitti: che vengono tassati al 80% per i residenti e per solo il 15% per i non residenti in Bulgaria.